Tutte le piastre per capelli wireless in base alle tipologie, ai prezzi e al marchio migliore

1
Rowenta SF1312 Touch-Up & Go, Piastra Cordless, Power Bank per Ricaricare il Cellulare, Colore...
Rowenta SF1312 Touch-Up & Go, Piastra Cordless, Power Bank per Ricaricare il Cellulare, Colore Nero...
7/10
Rowenta
Rowenta SF1312 Touch-Up & Go, Piastra Cordless, Power Bank per Ricaricare il Cellulare, Colore Nero...
Rowenta SF1312 Touch-Up & Go, Piastra Cordless, Power Bank per Ricaricare il Cellulare, Colore...
Cordless: creare il tuo styling e piu facile che mai grazie al formato senza fili che ti offre la...Ultra compatto: scopri uno strumento per lo styling perfetto per i viaggi, con un formato compatto e...25 minuti di autonomia
7.0/10

La piastra per capelli ha rivoluzionato il mondo dello styling, anche di quello “fai da te”. Il prodotto è infatti usato sia da parrucchieri professionisti nei loro saloni, sia da chiunque voglia fare la messa in piega nella tranquillità di casa propria. I vantaggi della piastra per capelli sono quindi molti, ed anche l’uso non è complicato, c’è però un piccolo intoppo che potrebbe essere fastidioso: il filo.

Il cavo di alimentazione della piastra potrebbe rappresentare un ostacolo nella realizzazione della nostra piega perché è troppo corto, oppure troppo lungo tanto da arrotolarsi, o ancora non ci permette di usare comodamente lo strumento con entrambe le mani senza rischiare di finirci incastrati.

La soluzione a questo problema è la commercializzazione delle piastre wireless, ovvero senza filo. Il prodotto è stato introdotto sul mercato da pochi anni ma ha già riscosso un enorme successo. Si tratta di piastre perfettamente identiche a quelle classiche, quindi con le stesse performance assicurate, ma prive di cavo di alimentazione per avere una libertà di movimento maggiore.

Come funziona la piastra wireless: pile o batteria ricaricabile?

La differenza sostanziale tra i due tipi di piastra è legata al tipo di alimentazione. La piastra wireless può essere alimentata con delle batterie stilo intercambiabili, oppure essere dotata di una batteria al litio ricaricabile, come quella del cellulare.

Nel primo caso il vantaggio sta nell‘immediatezza dell’utilizzo perché basta inserire le batterie, attendere che la piastra si riscaldi e siamo pronti per la messa in piega.

Possiamo anche togliere le batterie quando non usiamo lo strumento per evitare che si ossidino, ma può essere comunque una seccatura doversi ricordare di avere sempre delle pile di scorta in caso di emergenza. Un’idea sarebbe quella di usare le batterie ricaricabili in modo da risparmiare anche economicamente.

La scelta di questo tipo di prodotto è consigliata per chi non usa in maniera quotidiana la piastra. Un uso saltuario potrebbe essere proprio ideale.

La piastra wireless con batteria ricaricabile è di certo più vantaggiosa perché non ci costringe a comprare ogni volta le pile e a sostituirle, magari nel bel mezzo del nostro styling. In questo caso, però, dobbiamo fare attenzione al display che indica il livello di carica per non rischiare di rimanere senza batteria proprio quando ne abbiamo bisogno. In alcuni casi lo strumento può essere usato anche mentre è collegato al caricatore, ma così saremmo comunque costretti a stare attaccati ad una presa di corrente vanificando l’effettivo vantaggio della piastra wireless.

Quando usare la piastra senza fili: le situazioni ideali

In entrambi i casi il prodotto risulta quindi comodo da usare in qualsiasi situazione, volendo anche fuori casa, senza l’ingombro del filo.

Pensiamo a chi ha uno specchio molto comodo in camera ma la spina lontana, o ancora a chi si sistema i capelli in ufficio poiché non ha avuto modo di farlo a casa, o ancora a chi ha bisogno della piastra in viaggio. Infine, se siamo donne molto occupate, possiamo usare la piastra mentre facciamo altro in giro per casa, e il filo in questo caso sarebbe un enorme ostacolo. Tutte situazioni verosimili e risolvibili in questo modo.

Inoltre la piastra senza filo è comoda per una maggiore libertà di movimento nelle azioni di lisciatura e messa in piega: spesso il filo non ci permette di arrivare con il braccio dove vorremmo e la piega ne risente.

Le dimensioni e le prestazioni: non è una piastra da viaggio

Si potrebbe pensare che vista la mancanza di un’alimentazione diretta e costante la piastra senza filo non riesca ad avere le stesse prestazioni di quella classica. Niente di più falso!

Le caratteristiche del prodotto sono spesso identiche a quelle della piastra classica: la temperatura massima, il calore uniforme e i materiali migliori come ceramica o titanio. Anche le dimensioni sono pressoché le stesse, non bisogna confondere una piastra senza filo con una piastra da viaggio.

La seconda è un prodotto pensato per le emergenze, i ritocchi e quelle situazioni in cui non avremo modo di usare una piastra normale. Per questa ragione le dimensioni sono minori (deve stare in una borsa), e anche le prestazioni sono meno elevate poiché si presuppone che sia utile solo ad un ritocco veloce.

Le fasce di prezzo e i marchi migliori

Così come per le piastre con filo, anche quelle senza filo possono avere prezzi differenti a seconda delle caratteristiche. Possiamo distinguere tre fasce di prezzo: bassa, media e alta. 

Nella prima fascia possiamo trovare le piastre che assicurano un buon risultato nonostante il prezzo molto ragionevole che si aggira intorno ai trenta euro. In questo caso il prodotto fa il suo lavoro ma ha una serie di caratteristiche “basilari“. Spesso la temperatura non è regolabile e l’autonomia bassa, inoltre i materiali usati non sono tra i migliori. I marchi migliori di questa fascia sono: Rowenta e Babyliss. 

La fascia media di prezzo include quei prodotti che risultano ideali per ottenere un ottimo risultato, ma senza spendere un occhio della testa. In questo caso sono spesso disponibili opzioni come la regolazione della temperatura ed un piccolo display esplicativo e l’autonomia di utilizzo è maggiore. Il costo si aggira intorno ai 70/100 euro e i marchi migliori sono: Remington, Imetec e Rowenta (in base ai modelli). 

Nella fascia più alta di prezzo troviamo piastre dalle elevate prestazioni che assicurano un risultato professionale. Prodotti ricchi di opzioni e con materiali di grande qualità (come il titanio o la tormalina) e la presenza dell’opzione vapore o ionizzante. In questo caso il costo può superare anche i 200 euro e i brand migliori sono: GHD, Dyson o Cloud Nine. 

Piastre Wireless consigliate

PRODOTTO IN OFFERTA

Rowenta SF1312 Touch-Up & Go, Piastra Cordless, Power Bank per Ricaricare il Cellulare, Colore Nero...

Design7.5
Materiali6.8
Funzioni6.4
Praticità di utilizzo7.4
Rapporto qualità prezzo7
Giudizio Complessivo
7.0/10
RecensionePregiDifettiScheda
Nella recensione di oggi abbiamo preso in esame uno strumento per lo styling davvero particolare, una mini piastra, nel dettaglio la piastra Rowenta SF1312 Touch-Up & Go. Quello che la distingue rispetto ad altri modelli più tradizionali sono sicuramente le dimensioni super contenute e il fatto che si tratti di un modello mini. Questa piastra p infatti pensata per dei ritocchi veloci, o per essere usata come piastra da viaggio.…
  • Compatta, leggerissima e ideale per i viaggi
  • Si può utilizzare anche come power bank
  • Facile da usare e molto maneggevole
  • Si riscalda molto velocemente
  • Solo due temperature disponibili
  • Adatta per piccoli ritocchi
  • L’autonomia della batteria non è altissima
  • Piastra cordless
  • Formato senza fili per la massima praticità 
  • Ultra compatto
  • Perfetta per i viaggi
  • Con cappuccio termoresistente
  • Riponibile facilmente in borsa
  • 25 minuti di autonomia
  • Ricarica tramite USB 
  • Si trasforma in powerbank 
  • 2 impostazioni temperatura

Appassionata di lettura e scrittura, mi piace condividere esperienze e consigli. Più che la bellezza mi piace preservare il benessere di corpo e mente facendo tutto nel rispetto dell’ambiente.

Back to top
migliorepiastrapercapelli.it